Piccoli prestiti personali senza garanzie

Ottenere un piccolo finanziamento

Sono sempre di più le persone che si rivolgono a banche o ad istituti di credito per richiedere una piccola somma di denaro in prestito. Il lavoro stabile continua ad essere un miraggio e non sempre si dispone di liquidità per poter pagare eventuali spese o tasse.

Non tutti i richiedenti prestito però sono intenzionati a restituire la somma di denaro (più gli eventuali interessi), infatti nel corso degli anni molte persone hanno presentato alle banche documentazioni falsificate (buste paghe di aziende fittizie e garanti fasulli), con l’intento di accaparrarsi solamente il ‘prestito’. Questo ha fatto sì che le banche e le agenzie, non concedessero più prestiti con la stessa facilità degli anni passati, aumentando sempre di più le restrizioni.

Nonostante il ‘muro alzato’, quello dei finanziamenti è ancora un business redditizio per le banche: esistono infatti delle soluzioni per ottenere dei piccoli prestiti personali senza garanzie. Nei paragrafi successivi ti racconteremo come poter richiedere un prestito senza busta paga e quali sono i requisiti da avere.

È possibile prendere piccoli prestiti personali senza garanzie?

La risposta è un ‘Nì’. Ecco perché

Come anticipato nell’introduzione, per poter accedere a un prestito bisogna dimostrare di percepire un reddito (autonomo, indipendente oppure presentare una cambiale). Veniamo subito al caso nostro, se non dispongo di un reddito certificabile, come faccio ad ottenere il prestito? Le soluzioni che possono essere proposte sono due: la prima è la garanzia pignoratizia o ipotecaria, mentre la seconda è la garanzia personale.

La prima opzione è sicuramente quella più costosa, sia in termini di rischi (visto che si fonda sull’eventuale pignoramento di beni mobili, immobili o di lusso), sia in termini di spese. Facciamo riferimento a case, barche, titoli azionari, aerei o a denaro presente sul conto corrente.

La seconda invece, è quella che molti consigliano, visto che puoi tranquillamente avvalerti di un soggetto che faccia da garante (nel caso in cui dovessero presentarsi problematiche legate alla restituzione della somma di denaro prestata, la responsabilità cadrà sul garante). Il riferimento più semplice è quello legato ad un genitore che aiuta il figlio, ‘mettendo sul tavolo’ il libretto della pensione come garanzia.

Come richiedere un piccolo prestito senza garante?

Ci sono tre soluzioni: prestiti d’onore, per disoccupati e per lavoratori autonomi

Adesso andiamo ad analizzare come richiedere piccoli prestiti personali – ho scritto una guida molto semplice su come si ottengono piccoli prestiti da 500€ -. Le soluzioni che vengono proposte generalmente sono tre: i prestiti d’onore, i prestiti per i disoccupati e i prestiti per i lavoratori autonomi.

Per la prima soluzione faccio riferimento a quelle somme di denaro messe a disposizione a fondo perduto o ad un tasso agevolato. L’esempio più comune è quello legato ai finanziamenti chiesti dagli studenti, dove rientra nell’accordo la restituzione della somma richiesta solamente dopo il termine degli studi universitari (oppure dopo un lavoro stagionale).

Per la seconda opzione, invece, visti i rischi notevoli che si assume la banca, la soluzione più concreta è quella legata all’ipoteca su un immobile oppure al pegno su titoli. I rischi per questa soluzione non sono pochi: infatti, le spese di istruttoria sono abbastanza alte e il rischio di poter perdere un proprio bene non è sicuramente da meno.

Infine per quanto riguarda la terza ed ultima soluzione, se sei un lavoratore autonomo potresti provare a fare richiesta consegnando nella documentazione il Modello Unico. Ma non per forza la banca o un altro istituto di finanziamento sono obbligati ad accettare.

Tutto quello che devi sapere prima di richiedere un piccolo prestito online

Diversi filiali offrono prestiti anche di bassa entità ma occhio alle clausole

Non abbiamo ancora detto che è possibile ottenere dei piccoli prestiti online senza garanzie anche online. Infatti, il classico iter illustrato nei paragrafi precedenti è possibile seguirlo non per forza ad uno sportello fisico di una filiale, ma anche da casa per via telematica. Sono tante le agenzie di finanziamento che consentono la procedura online, come Findomestic, Agos, Compass e Poste Italiane.

Sul sito internet di queste agenzie è possibile procedere con la richiesta di prestito a partire da 500 euro, (eccetto per Findomestic che parte da 1000 euro) e simulare la soluzione più consona alle tue esigenze.

Ovviamente per queste somme di denaro così piccole non vengono richieste delle garanzie elevate, ma prima di mettere ‘nero su bianco’ ti consigliamo di leggere attentamente le clausole, che possono variare a seconda dei casi.